Emilio Stella

Breve Descrizione

Conosciuto nella scena indipendente romana per i suoi brani sociali ed ironici. Parla di case popolari, di vita in cantiere, di strade fatte per andare al lavoro, per raggiungere un sogno o semplicemente il mare. Il suo primo album, “Panni e Scale” (2011), ottiene un buon successo da parte della critica e nel 2012 viene invitato a partecipare al “Premio Tenco” passando per il “Tenco ascolta” al “Montesilvano d’autore”. Vincitore di premi come “Botteghe d’Autore”, “Premio Stefano Rosso”, “Poeta Saltimbanco”, “Dallo Stornello Al Rap”, “Live Musik Festival”,”Frammenti musica live”. Condivide il palco con artisti come Cristicchi, Mannarino, Bandabardò, Baccini, Piotta, Il Muro del Canto e collabora con Er Pinto, poeta urbano. Nel 2014 il brano "Capocotta non è Kingston", diventa virale sul web e richiama l’attenzione dei media- Studio Aperto di Italia Uno gli dedica un servizio e viene indicato da Il Messaggero.it, repubblica.it e da Il Fatto Quotidiano, come la canzone tormentone dell’estate 2014 Nel 2015 è tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani. Nel 2016, un nuovo singolo virale: “Pontina”. La canzone viene trasmessa dalle radio e passata con il videoclip nella trasmissione “Blob” di Raitre. A Settembre 2017 comincia la registrazione del nuovo album. A ottobre 2017 esce un il 14 settembre 2018 “Suonato”, il nuovo album che sta portando in giro live. nel 2019 cura le musiche di "dalle sbarre alle stelle" spettacolo teatrale tratto dal libro "Cento Lettere" di Fabio Masi e Attilio Frasca, con la partecipazione di Flavio Insinna e la regia di Ariele Vincenti; Blob di raitre, nella sera di Natale, gli dedica un servizio. Attualmente, oltre ai vari concerti ha in cantiere anche un progetto che lo vede impegnato nella scrittura di uno spettacolo teatrale ambientato “alle case popolari” dove è cresciuto oltre che nella stesura di un nuovo album con importanti collaborazioni.

Video Inedito

Video Cover

Il contatore dei voti che appare per ciascun concorrente su cantoitaliano.aristonsanremo.com è generato automaticamente ed è da intendersi provvisorio. Le procedure tecniche di controllo della conformità del voto potrebbero invalidare parte dei dati inseriti. Solo a chiusura delle votazioni, la classifica finale riporterà i voti validi e conformi al regolamento dopo le opportune verifiche tecniche.